testata testata testata testata

News

Tutte le news

08/01/2017

CRT 2017 – Vittoria al Chianti Rogaining Trophy

Siamo giunti alla terza edizione e già il CRT è una garanzia: iTuscania hanno la bravura di curare tutto nei minimi particolari e la capacità di farti sentire a casa tua.
Logistica, pacco gara, comunicazioni pre-gara e assistenza durante la gara, docce bollenti, premiazioni e pranzo post manifestazione: tutto perfetto!!! Grossissimi passai avanti (rispetto alla prima edizione a cui avevo partecipato) sono stati fatti poi per cartografia e per la stampa della carta di gara: insomma, cosa chiedere di più???
Quest’anno inoltre è stata aggiunta la categoria delle 12 ore, con partenza nel cuore della notte giusto in tempo per gustarsi una piacevole nottata “artica” fiorentina … Quindi ora mi viene da chiedere: cosa staranno archittettando iTuscania per la prossima edizione??? :-)

Venendo alla mia gara
Ero in coppia con Mario Ruggiero iscritti come Team Nirvana Verde – LaSportiva nella categoria 12 ore: assente nel team per motivi di lavoro Andrea Villa, che però sarà al via con noi ad aprile a San Gimignano per gareggiare ai Campionati Europei di Rogaining, categoria 24 ore.
Partiamo dal presupposto che la gara era tracciata molto bene: nelle due ore che abbiamo avuto a disposizione per fare la nostra strategia siamo stati incerti fino all’ultimo sui punti da raggiungere e sull’ordine migliore per farlo.
Alla fine abbiamo deciso di partire a sud dell’autostrada tenendoci i punti a nord della stessa come rientro dopo un eventuale passaggio all’ “Hash House”. Incognite di giornata sono state il grande freddo e la tenuta su una distanza impegnativa (e con dislivello notevole) che non alleno mai.

Non siamo riusciti a fare il giro che avevamo preventivato a causa di circa 45’ persi qua e la per imprevisti occorsi durante la gara: zona abitata difficilmente attraversabile, 200 m di rovi/scope/cespugli attraversati in 20’ circa, punto 32 difficilmente localizzabile … Dopo aver fatto i punti preventivati a sud, arrivati alla Hash House (dove siamo stati almeno 15-20 minuti per riscaldarci e rifocillarci un po’) abbiamo quindi cambiato strategia per paura di non arrivare nelle 12 ore previste riuscendo a portare a casa comunque ancora un altro bottino di punti!

Questa la sequenza delle lanterne da noi raggiunte: 46 – 93 – 54 – 88 – 49 – 78 – 60 – 83 – 68 – 90 – 74 – 32 – 50 – 67 – 59 – 76 – 79 – 57 – 56 – 66 – 72 – 53 – 39 – HH – 45 – 51 – 63 – 77 – 98 – 65 – 52 – 36 – 35 – 37 – 38 – 44

Carta di gara

Alla fine siamo riusciti a vincere con più di 1900 sui 2400 disponibili, impiegando 11 ore e 30’ per percorrere 68 km con 3200 m di dislivello: considerando le temperature polari (si sono toccati i -7), le ore di gara con il buio e gli errori commessi non siamo andati male, anche se potevamo fare meglio. È stato sicuramente un buon test in vista dei Campionati Europei di aprile: abbiamo tratto diversi spunti su cui ancora dobbiamo lavorare. La strada per il successo è ancora moooolto lunga!


Commenta

Firma:


test
 

Sponsor


Passione per lo sport ma soprattutto per chi pratica sport.



Negozio fiorentino specializzato nella calzature e accessori per il running.



EthicSport® è un brand italiano leader nell’integrazione sportiva.



Azienda leader nel campo delle calzature e dell'abbigliamento tecnico per gli sport di montagna!


Contatti

facebook   mailto